Just one second...

 
HomeCategory

Made in Italy

https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2021/09/shutterstock_1263432439-scaled-1-1280x640.jpeg

Dopo un inizio campagna difficile, condizionata dalle restrizioni del circuito Horeca e dalle incognite sulla domanda estera, il mercato del vino italiano ha ripreso slancio a partire dalla scorsa primavera, determinando diffusi recuperi dei prezzi all’origine. Il bilancio della campagna è comunque negativo sul fronte dei prezzi, con una flessione media che secondo i dati...

https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2021/06/shutterstock_359203856-1280x640.jpg

La produzione nazionale e internazionale in flessione, unitamente al basso livello delle scorte mondiali e a una domanda dinamica degli imbottigliatori in vista della ripresa del canale Horeca, ha spinto in alto i prezzi degli oli di oliva su tutti i mercati. Italia, Spagna, ma anche Grecia e Tunisia hanno registrato rincari degli extravergini tra il 60% e il 29% nel primo semestre di quest’anno rispetto allo stesso periodo del 2020. A fare il punto è un report Ismea sul settore dell’olio di oliva.

https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2021/04/GettyImages-1164368015-1280x640.jpeg

Dal 23 aprile è on air il sito web dedicato al Nutrinform battery, l’alternativa italiana all’etichetta a semaforo nota come Nutri-score. Attorno a i due sistemi si sta consumando un'aspra battaglia a livello comunitario che vede in campo interessi e istanze spesso non conciliabili. Quello che è certo è che entro il 2022 l'Europa dovrà approvare un sistema di etichettatura fronte-pacco armonizzata e obbligatoria per aiutare i consumatori a fare scelte alimentari salutari, come indicato nella strategia Farm to Fork. 

https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2021/03/shutterstock_1663519189-1280x640.jpg

Segnali di disgelo nelle relazioni commerciali tra le due sponde dell’atlantico. Cessano per 4 mesi le tariffe addizionali che hanno gravato sugli scambi tra Usa e Ue su un lungo elenco di prodotti, anche agroalimentari. L’Italia, colpita soprattutto nei segmenti dei formaggi e della liquoristica, chiude il 2020 con un avanzamento delle esportazioni verso il mercato Usa del 5,4%. Non male per essere stato un anno flagellato dal Covid, oltre che dai balzelli.

https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2021/03/shutterstock_271099448-1280x640.jpg

A conti fatti le cantine italiane sembrano aver resistito abbastanza bene allo tsunami provocato da questa lunga emergenza socio-sanitaria non ancora esauritasi. Nonostante il vino sia tra i comparti più colpiti all’interno del paniere agroalimentare, in ragione della sua elevata esposizione verso il canale della ristorazione e il mercato estero, il bilancio del 2020 è meno rosso di quanto era lecito aspettarsi all’indomani dello scoppio della crisi pandemica e sicuramente migliore dei principali competitor europei

https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2020/12/Infografica-Primi15Cibo-1280x640.jpg

Il sistema delle Dop e Igp italiane ha archiviato un 2019 positivo e in linea alla crescita registrata negli ultimi 10 anni. Secondo I dati contenuti nell’ultimo rapporto Ismea- Qualivita , presentato in videoconferenza l’11 dicembre scorso, il giro d’affari alla produzione del settore ha sfiorato complessivamente i 17 miliardi di euro, con un incremento di oltre il 4% sull’anno precedente. Ma per il 2020 le perdite del settore saranno ingenti.

https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2020/11/peter-bond-KfvknMhkmw0-unsplash-1280x640.jpg

Mentre il Made in Italy agroalimentare avanza nel mondo, il fenomeno dell’Italian sounding ha raggiunto la cifra record di 100 miliardi di Euro, pari a due e volte e mezzo il valore del nostro export di cibi e bevande. In Asia, secondo una recente indagine delle Camere di commercio italiane all’estero sono oltre 600 i prodotti che richiamano nel loro packaging l’italianità, senza avere alcun legame di tipo produttivo con la penisola.

https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2020/10/shutterstock_429138103-1280x640.jpg

I dati dell’ultimo rapporto Sinab- Ismea sull’agricoltura biologica in Italia fotografano un settore che gode di ottima salute e che vede il nostro Paese sul podio in Europa come numero di operatori e al terzo posto dopo Spagna e Francia per estensione delle superfici investite a biologico. Anche in relazione all’incidenza della superficie bio sulla Sau (superficie agricola utilizzata) totale, con una quota pari al 15,8%, l’Italia si colloca molto al di sopra della media comunitaria.

Ettore Fieramosca srl
P.IVA 13509021005

Via Pietro Cossa, 41
00193 Roma – Italy

https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2019/04/img-footer-map-2.png
GET IN TOUCHSocial links
Ettore Fieramosca srl
P.IVA 13509021005

Via Pietro Cossa, 41
00193 Roma – Italy
Dove siamo
https://ettorefieramosca.it/wp-content/uploads/2019/04/img-footer-map-2.png
GET IN TOUCHEttore Fieramosca Social links

Copyright by CreemLab. All rights reserved.

Copyright by CreemLab. All rights reserved.